Beppe Grillo: raccogliere le firme per esserci!

Beppe Grillo ad Arezzo per il Movimento 5 Stelle

Nel sito del Movimento 5 Stelle aretino si legge: “Per la prima volta l’Italia va a votare anticipatamente senza che il governo in carica sia stato sfiduciato dal Parlamento. Raccogliere le firme diventa così, per il M5S, quasi impossibile. Pochissime settimane per decine di migliaia di firme.

Noi non ci arrendiamo ma abbiamo bisogno di tutto l’aiuto possibile per organizzare la raccolta. Per questo serve l’aiuto di migliaia di cittadini: è il momento di FIRMARE!!! Il 15 e il 16 dicembre prossimo, in ogni città e comune della nostra regione si svolgerà il FIRMAWEEKEND per la raccolta firme necessarie per l’ammissione delle Liste Elettorali del Movimento 5 Stelle. Senza l’aiuto di tutti i cittadini non ce la faremo. A sostegno della campagna per la raccolta firme necessarie alla presentazione del M5S alle prossime elezioni politiche 2013 domani, sabato 15 dicembre Beppe Grillo sarà ad Arezzo in piazza S. Francesco alle ore 14,30”.

In realtà Beppe Grillo arriva con circa due ore di ritardo, ma il “FIRMAWEEKEND” ha già raccolto molte firme. (vedi Gallery)

Il comico genovese è in giro per tutta la penisola per sostenere l’azione dei vari meetup dopo aver dichiarato nel suo sito: “ Il ministro Cancellieri ha detto “Se c’è lo scioglimento anticipato delle urne (elezioni al 17 febbraio 2013, ndr) c’è una norma che dice che le firme da presentare sono dimezzate”. Il che è vero però SOLO se lo scioglimento delle Camere avviene entro il 29 dicembre 2012, ossia 120 giorni prima della loro naturale scadenza fissata per il 29 aprile 2013, così come prevede l’art. 6 del famoso “Porcellum”. In caso contrario le firme vanno raccolte tutte.”

Beppe Grillo non si sottrae alle molte le domande dei giornalisti, soprattutto sulle questioni rese più famose dai media nazionali. Quando gli chiedono, ad esempio, se è sufficiente andare in tv per essere buttati fuori dal movimento, la risposta è immediata:” No, non ho mai detto di non andare in tv. Usatela per dire le vostre cose. Non andate nei talk-show! Non è come la radio, non è quello che dici: è l’immagine che proponi! Quando tu parli, puoi dire delle cose meravigliose, ma se ti inquadrano il piede che muovi perché sei nervoso … poi se dici cose interessanti o scatta la pubblicità o interviene uno che t’interrompe il discorso”. Sul lavoro Beppe Grillo ha detto che vanno sostenute le piccole e le medie imprese aggiungendo qualcosa anche sulla solidarietà “ Ognuno di noi dovrebbe fare così: una parte del suo lavoro farsela pagare e una parte dedicarla agl’altri. Allora possiamo cambiare. Possiamo ragionare con altre parole”.

Lascia un commento