Come arredare per la cromoterapia la propria casa

Come arredare per la cromoterapia la propria casa di  S.Trevigiani

La cromoterapia è considerata una delle più antiche pratiche mediche e attualmente è inserita fra le medicine alternative.

Certamente non si possono vedere effetti immediati di un “bagno di luce” e non credo si guarirà rapidamente, nemmeno da un raffreddore, guardando un raggio luminoso, magari blu, ma è altrettanto vero e dimostrato che lo stato d’animo di una persona incide sul miglioramento e sul benessere.

Non è un caso che, per esempio, nelle corsie di ospedale in cui ci sono i casi più difficili ci siano state reazioni importanti dei pazienti grazie alla sola presenza di quelli che seguono l’idea del dottor Patch Adams, quella cioè di portare sollievo divertendo.

Assodato che l’umore è importante nella guarigione lo stesso si può dire sulla capacità dei colori di influenzare lo stato d’animo. Un ambiente scuro tende ad intristire, a portare svogliatezza, mentre un ambiente luminoso è stimolante.

Se volessimo darci coraggio o stimolarci quando siamo giù di morale gli esperti di cromoterapia consigliano colori come il rosso, l’arancione o il giallo. Mentre l’azzurro induce alla calma e il verde ci dà concentrazione e una sana energia “sportiva” e naturale.

Cromoteralia Colori e naturaOgni colore tende a stimolare reazioni diverse e, se volessimo rendere la nostra casa “cromo-terapica”, l’ideale sarebbe un arredamento che misceli i vari colori nelle varie zone, ma certo questo vorrebbe dire una casa molto grande. Se non si ha disposizione molto spazio, oltre a un arredamento in mobili e tessuti comunque adeguati possiamo aiutarci con lampade che cambiano più colori, diffusori che consentono l’abbinamento con l’aromaterapia e soprammobili luminosi come la lampada del sale dell’Himalaya.

Per le fonti luminose ce ne sono davvero di tutti i gusti, dimensioni e costi. Facendo una rapida ricerca su Amazon ad esempio è facile trovare lampade da soprammobile di poche decine di euro a lampade più costose fino a raggiungere quello che è considerato il massimo della cromoterapia: la doccia di luce.

Come arredare il bagno per la cromoterapia

Soffione doccia per CromoterapiaCerto per realizzarci in casa una doccia con cambi di luce occorrono le capacità tecniche o l’aiuto di un tecnico e il costo può raggiungere anche le diverse centinaia di euro ( come questa Colonna doccia Prisma 140 termostatico nera con cromoterapia ), e per un impianto vero e proprio il costo può  essere nell’ordine delle migliaia di euro, più il lavoro dello stesso tecnico.

Questo non deve scoraggiarci perché con un  soffione doccia a led per cromoterapia  possiamo ottenere splendidi ed efficaci effetti cromatici con pochi euro.

Che siano impianti oppure oggetti singoli, spesso il frutto del design più avanzato in fatto di arredamento, resta essenziale che garantiscano la vasta gamma di colori importante per la cromoterapia e, naturalmente la facilità dell’interazione.

Quali colori scegliere quando siamo in bagno?

Naturalmente avere a disposizione un oggetto che ci consente di scegliere qualunque colore ci lascia il dubbio della scelta, quale usare? Questo dipende dal nostro stato d’animo e dal momento della giornata. Se ci facciamo una bella doccia di mattina e vogliamo caricarci di energia per affrontare la giornata dovremo preferire il giallo o l’arancione, se, invece, è sera e rientriamo da una giornata stressante ideali sono le tonalità sull’azzurro.

Il gioco di colori che può dare una doccia con led a colori cangianti, se ben assecondato nell’arredamento, magari con colori delle mattonelle neutri che non modificano l‘effetto cromatico, possono dare sensazioni splendide come quella di camminare sull’acqua o di essere circondati dall’energia.

Cromoterapia: Quali colori scegliere per le stanze della casa?

L’influenza che hanno i colori su di noi valgono per tutte le stanze ( compreso il bagno) e seguono delle logiche che nell’arte sono molto familiari ai pittori. Quando vogliamo creare un ambiente caldo e accogliente usiamo colori che ricordano il legno, se vogliamo tranquillità per rilassarci usiamo colori come l’azzurro o l’indaco.

Le reazioni che ci provocano i colori hanno una stretta relazione con i nostri ricordi primordiali per cui certe tonalità di verde e di blu ci ricordano l’acqua o la natura nel suo insieme. L’ideale sarebbe non usare toni troppo scuri perché ci portano tristezza ma anche perché consentono meno di variare il gioco di colori che vorremmo sulle nostre pareti assorbendo molto la luce.

Il consiglio è di usare dei colori chiari delle pareti per trasmetterci “comfort” con dei particolari che vivacizzano l’ambiente e che ci caricano di energia per goderne con la luce del giorno, oppure fare esattamente l’opposto se le pareti non sono troppo ampie.

Queste scelte ci permettono di introdurre nei punti luce, dove amiamo leggere, riposarci ( in camera sul comodino per esempio o in sala vicino alla poltrona su cui amiamo leggere) delle lampade che possono cambiare più tipi di illuminazione a seconda del nostro stato d’animo.

La camera da letto di suo è fatta per rilassarci e riposare, ma… se volessimo un po’ di passionalità? Vi dice niente la luce rossa? Il rosso stimola il cuore e un senso di immediatezza di volontà a fare qualcosa subito. Questo colore attira subito l’attenzione, questo è il motivo per cui molte aziende lo usano nei propri punti vendita, per invogliare a fare qualcosa velocemente( un pasto ad esempio… non faccio nomi).

È chiaro che se nella stessa camera desidero rilassarmi sceglierei il blu con tonalità non troppo scure per i motivi che ho già detto. E se invece volessi concentrarmi sceglierei il verde, magari per leggere un libro, non a caso utilizzato su tavoli da gioco.

Tutti gli ambienti della casa possono essere arredati con oggetti molto particolari ed efficaci e con poca spesa utilizzando delle lampade, piccole da comodino, trasportabili o grandi come delle piantane. Le lampade per la cromoterapia possono, infatti, rendere la nostra camera, la sala o il bagno molto suggestivi e farci vivere l’esperienza stimolante di veder cambiare i colori delle pareti della nostra casa.

Alcuni esempi di lampade per arredare la casa e poter fare cromoterapia

Ricercando lampade a fungo per cromoterapia multicolore  ne troviamo di economici e che possiamo trasportare con noi in tutte le stanze e il cui aspetto è anche decorativo e non invasivo.

Ci sono lampade a 256 COLORI a led per la cromoterapia anche dalla forma più classica, con un design comunque piacevole e moderno, che si ricaricano con comode prese USB e quindi non sono pericolose in ambienti umidi come il bagno.

Sempre più spesso, e quindi con ampia possibilità di scelta, esistono dei diffusori che consentono sia di profumare la casa con gli oli essenziali preferiti praticando una piacevole aromaterapia, sia di funzionare come lampade per la cromoterapia. Diffusore e lampada per cromoterapiaper potersi rilassare e caricare come in un centro benessere ma nel confort della propria casa!

Prima di concludere tengo a ricordare alcune cose sulle medicine alternative  come la cromoterapia o l’aromaterapia: non hanno superato o non sono state sottoposte a una sperimentazione clinica secondo i principi scientifici ed etici del caso.

Le informazioni di questo articolo hanno solo fine illustrativo e Vipy.it non dà consigli medici: Questo è un articolo di design e arredamento!