Don Aniello la denuncia non basta

Intervista a don Aniello Manganiello ospite dell’Associazione culturale Ezechiele presso la Chiesa dello Spirito Santo di Indicatore in occasione dell’iniziativa, dal titolo “Fede… Speranza di nuovi rapporti“.

Conosciuto come “il prete anticamorra”,don Aniello Manganiello (autore del libro ” Gesù è più forte della camorra” ),   è stato allontanato da Scampia, uno dei quartieri più problematici di Napoli, perché scomodo (non solo per la camorra). Don Aniello è una di quelle persone che ha saputo, con l’impegno e l’esempio personale, sottrarre alla camorra molti giovani rifiutandosi, ad esempio, di dare la comunione ai camorristi e di battezzare i loro figli. “Non basta la denuncia” dice don Aniello “ occorre lottare per offrire nuove condizioni di vita, bonificare vaste aree, creare posti di lavoro, offrire alternative, diffondere la cultura, magari tenendo aperte le scuole fino alla sera“. L’incontro fa parte del ricco programma dell’Associazione Ezechiele nata per promuovere e valorizzare il grande tappeto musivo “La visione di Ezechiele“, già riconosciuto come il mosaico più grande d’Europa che l’artista Andreina Giorgia Carpenito sta completando presso la chiesa parrocchiale di Indicatore.

 

Lascia un commento